9 luglio 2016 | by La Redazione Basilicata IDV
Le associazioni dalla parte dei sindaci del Metapontino

IL CASO della Biblioteca universitaria (la raccolta firme per la riapertura prosegue con tantissime adesioni)arriva in Senato. A portarlo all’ attenzione dei parlamentari sono stati Maurizio Romani e Alessandra Bencini (Italia dei valori), Maria Mussini (gruppo misto, Membro della Commissione per la biblioteca e per l’ archivio storico), Giuseppe Vacciano, Ivana Simeoni e Cristina De […]

IL CASO della Biblioteca universitaria (la raccolta firme per la riapertura prosegue con tantissime adesioni)arriva in Senato. A portarlo all’ attenzione dei parlamentari sono stati Maurizio Romani e Alessandra Bencini (Italia dei valori), Maria Mussini (gruppo misto, Membro della Commissione per la biblioteca e per l’ archivio storico), Giuseppe Vacciano, Ivana Simeoni e Cristina De pietro (misto) con un’ interrogazione al ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo Franceschini.
«Premesso che, per quanto risulta agli interroganti: la biblioteca universitaria di Pisa è una biblioteca statale, che dal 1823 ha sede nel palazzo della Sapienza, di cui occupa le ali poste a nordovest del piano nobile, dove sono situati i locali destinati all’ utenza, le sale di consultazione e gli uffici, e le ali a sudovest del secondo piano, adibite a magazzini librari; la biblioteca conserva materiali di enorme pregio, molti volumi provengono dalla raccolta Palatina di Firenze, dalle raccolte di Anton Francesco Gori, di Angelo Fabroni, di Alessandro D’ Ancona e della famiglia Orsini Baroni». Il patrimonio «comprende anche numerose pubblicazioni periodiche, molte delle quali di difficile reperibilità» . Poi ricordano la chiusura del 2012, «una ferita profonda per una città che vede nell’ università il cuore pulsante della propria vita culturale». Quindi, chiede: «Se il ministro in indirizzo non intenda indicare, con urgenza, modi e tempi certi per il ripristino delle attività della Bup nella sua originaria collocazione all’ interno della Sapienza; se non consideri opportuno coinvolgere il personale» in questo.

Leave a Reply

— required *

— required *